Come aprire un blog: la guida per chi parte da zero

E’ possibile partire da zero ed aprire un blog dal nulla? E’ vero che il mondo del blogging è ormai morto? Vale, quindi, la pena investire tempo e denaro (non obbligatoriamente) per aprire un blog?

Queste sono alcune delle domande che mi vengono poste da ragazze che vorrebbero tentare la strada del blogging. E anche qui, le mie risposte non cambiano: molto spesso si pensa che ormai i blog sono stati sostituiti quasi completamente dai social network. Sbagliato! Se è vero che si preferisce spendere tempo a guardare stories su Instagram e video su YouTube, è anche vero che c’è una grandissima fetta che preferisce ancora leggere ed informarsi sui più svariati argomenti consultando i blog.

Ma non solo. La differenza fondamentale tra un articolo scritto su un Blog ed una foto pubblicata sui social network è immensa! Pensate ad una foto pubblicata su Instagram. Man mano che pubblicheremo nuovi contenuti, quella determinata foto continua a scendere sempre più nel feed, fino a diventare praticamente “inutile” ed “irreperibile”. Quante probabilità ci sono che quella foto venga rivista dalle persone? Poche!

Con un blogpost questo non succede! Un blog, infatti, è come un libro. Chi lo visita può consultare le varie sezioni del menù e trovare in poco tempo tutto ciò che è stato scritto su un determinato argomento. Ma la cosa più importante è che i motori di ricerca su internet vi faranno vedere tutti gli articoli scritti anche anni ed anni prima. Vi rendete conto, quindi, che i blog sono di fondamentale importanza e che con i social network c’è una differenza abissale!

Vi racconto la mia esperienza personale basata su ciò che ho imparato io nel tempo, partendo proprio da zero.

E’ possibile partire da zero ed aprire un blog dal nulla?

Assolutamente si! Personalmente ho imparato tutto da sola – non ho fatto, quindi, nessun corso e non c’è stato nessuno a spiegarmi come muovere i primi passi in questo mondo così complesso. Tutto ciò che ho imparato fino ad oggi è stato frutto della mia dedizione e passione verso questo mondo, che è ampissimo e super difficile. Ma anche non conoscendo assolutamente nulla, chiunque può aprire un blog senza doversi affidare ad un esperto. Certo, ci sono tante cose che si devono imparare, ma lo si può fare (come ho fatto io) studiando da internet, che è ricco di informazioni.

Ovviamente, non è semplicissimo aprire un blog senza avere un minimo di conoscenze, ma con la giusta dedizione, passione e volontà, si può imparare tanto!

Quanto costa aprire un blog?

Anzitutto, la scelta della piattaforma a cui affidarvi dipende dagli obiettivi che volete raggiungere. Che sia WordPress, Squarespace, Blogger.com, informatevi bene su ciò che offrono e decidete quella che più fa al vostro caso.

Personalmente, quando ho deciso di aprire il mio blog, ho deciso di affidarmi ad un piano gratuito offerto da WordPress. Come potete immaginare, essendo un piano gratuito, presenta diverse limitazioni rispetto ad un piano a pagamento. Se siete comunque alle prime armi e non sapete se questo mondo fa per voi, il mio consiglio è di scegliere un piano in cui inizialmente non investire nulla o comunque poco; dopo qualche mese/anno è più facile decidere se rendere tutto più professionale e passare, quindi, ad un blog più completo, come ho fatto io.

Avere un blog gratuito, significa dover rispettare alcuni limiti che vengono imposti, come ad esempio:

  • Non avere un dominio proprietario
  • Non poter installare i plugin
  • Essere limitati nel spingere al massimo il blog

D’altro canto, rendere il blog completo e professionale, significa dover affrontare delle spese. Se si vuole spendere il minimo indispensabile, si deve acquistare anzitutto un hosting ed un dominio, che sono fondamentali.

Ci sono spese extra da affrontare se si vuole rendere il tutto ancora più “appetibile”, come acquistare temi professionali, plugin a pagamento ecc.

In definitiva, un blog a costo zero può essere una soluzione per chi vuole tentare e non vuole investire nulla, ma per ottenere buoni risultati è necessario puntare in alto, acquistando tutto ciò che è indispensabile!

Scegliere una nicchia

Se siete decise e volete finalmente aprire il vostro blog personale, dovete, anzitutto, decidere la nicchia, quindi quali argomenti trattare e a che che tipo di persone rivolgervi. Il mio consiglio è quello di scegliere un argomento che vi piace e che vi appassiona. Il lavoro che c’è dietro ad un blog è tanto e molto spesso viene sottovalutato. Scattare foto, scrivere i testi, trovare le strategie giuste e costruire una relazione con i vostri lettori può portare via molte ore al giorno; diventa un vero e proprio lavoro!

Siate, quindi, consapevoli che chi vuole fare della propria passione un lavoro e trasformare il blogging in una fonte di guadagno, deve investire tempo, soldi, pazienza e tanto sacrificio.

Suggerimento: la costanza del scrivere articoli è fondamentale. Non è necessario pubblicare ogni giorno un articolo (anche se per i vostri lettori sarebbe magnifico); piuttosto, decidete quanti post pubblicare alla settimana e rispettate le date prestabilite: in questo modo i vostri lettori creano un legame con voi ed il vostro blog.

Nel mio ultimo articolo vi parlo di fashion ed in particolare di come abbinare gli stivali alti sopra al ginocchio. Vi aspetto!

Follow:
Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *